Comunisti d’Italia, 100 patrioti rossi che hanno costruito la democrazia

Phoenomena Trend

Il 21 gennaio del 1921, a Livorno, nasceva il Partito comunista italiano.

Il volume “Comunisti d’Italia, 100 patrioti rossi che hanno costruito la democrazia”, nella collana Phoenomena Trend, racconta la storia delle donne e degli uomini che in questi cento anni hanno fatto parte del Pci, che hanno aderito agli ideali comunisti, partecipando alla nascita della Repubblica italiana, alla sua democrazia, dando un contributo fondamentale anche nei momenti più difficili.

Cento “patrioti rossi” che con i loro comportamenti – e spesso con la loro vita – dal dopoguerra fino ai tempi più recenti, hanno fatto sì che l’Italia rimanesse un paese libero e democratico. Una piccola rappresentanza di un universo molto più grande. Cento donne e uomini di provata fede comunista e di grandissima statura morale e civile.

Da Umberto Terracini, che fu il primo firmatario della Costituzione, a molti suoi compagni (tra gli altri Togliatti, Longo, Iotti) che con lui, nel 1946, fecero parte dell’Assemblea Costituente e nei decenni che seguirono parteciparono attivamente e intensamente alla vita democratica del Paese.

Un libro di Matteo Pucciarelli, giornalista del quotidiano “la Repubblica”, scritto con la partecipazione di Sara Fabrizi, narratrice storica di Typimedia, in cui ritrovare (o scoprire) cento storie autentiche per non tradire la memoria.

Prezzo: € 14,90

Collana: Phoenomena Trend

In libreria: 2020

ISBN:978-88-3626-044-7

Pagine:216

Formato: 13,5 x 21 cm - brossura

Nelle News

matteo pucciarelli

Matteo Pucciarelli

Matteo Pucciarelli è nato a Livorno nel 1984. Giornalista di Repubblica, vive e lavora a Milano. Con Feltrinelli ha pubblicato “Anatomia di un populista. La vera storia di Matteo Salvini” (2016). Insieme a Giacomo Russo Spena e per Alegre ha raccontato le sinistre in ascesa di Podemos in Spagna e di Syriza in Grecia in “Podemos” (2015) e “Tsipras chi?” (2014). Tra i suoi lavori – sempre per Alegre – anche la storia di Democrazia proletaria in “Gli ultimi mohicani” (2011) e uno dei primi saggi sul Movimento 5 Stelle pubblicato nel 2012, prima del successo alle politiche dell’anno seguente, “L’armata di Grillo”. Per Typimedia Editore ha curato insieme a Sara Fabrizi il volume “Comunisti d’Italia, 100 patrioti rossi che hanno costruito la democrazia”.

Sara Fabrizi

Sara Fabrizi (1992) vive a Roma. È laureata all’Università La Sapienza in Filologia Moderna. Ha lavorato come redattrice e coordinatrice editoriale per diverse case editrici. Ha collaborato all’organizzazione di molti festival letterari tra cui Parole in cammino. Festival della lingua italiana. Collabora con Typimedia dal 2017 e ha curato alcuni volumi di successo della collana La Storia di Roma: Appio-San Giovanni, Aurelio, Flaminio, Marconi-San Paolo, Montesacro, Monteverde, Nomentano, Ostia, Parioli, Prati, Tiburtino, Trieste-Salario, Tuscolano, Centocelle, Esquilino. È autrice anche del volume La Storia del Coronavirus a Roma, il racconto puntuale della pandemia nella Capitale e di come l’abbiamo superata.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere sempre
aggiornato sul mondo Typimedia