News

meraviglie fiumicino

Fiumicino, tra storia e natura: un viaggio senza bussola per lasciarsi guidare dalla bellezza

10 Novembre 2021 FocusParola all'autore

Così vasto, eterogeneo, parzialmente inesplorato. 100 scatti (+1) che raccontano un territorio sorprendente. Fiumicino, le 100 meraviglie (+1) di Typimedia è un viaggio, un lungo peregrinare attraverso le 14 località di questo comune sulle orme della storia dei centri urbani, un lasciarsi sedurre dalla differente morfologia del territorio, baciato dal mare nei suoi 24 km di costa e sempre più rurale nell’entroterra fino al confine con Roma e, più a nord, con i municipi di Anguillara, Cerveteri e Ladispoli.

Fiumicino evoca il viaggio e l’Aeroporto internazionale Leonardo Da Vinci, solenne porta di accesso per i cittadini di “altri cieli”, è soltanto la prima tappa, quella più istituzionale, per intraprendere nuovi sentieri all’interno dello stesso territorio.

Insieme al fotografo Antonio Tiso, grazie alla sua “scatola magica” che acciuffa meraviglie, abbiamo cercato così di restituire ai lettori, con parole e immagini, quello stesso stupore che sin dal primo giorno ci ha guidati. E di viaggio si è trattato, in una terra davvero affascinante, a tratti misteriosa, in cui è stato bello perdersi guidati per lo più dai continui sprazzi di bellezza che i luoghi costantemente ci offrivano.

Non potevamo non iniziare dall’elegante Borgo Valadier, che campeggia anche nella foto di copertina del volume proprio al calar del sole. È il cuore pulsante del centro storico di Fiumicino, con quelle sue forme tipicamente marinare che, soprattutto nelle giornate di sole, appaiono riflesse nel corso d’acqua del porto canale, l’antica Fossa Traianea. In sottofondo i suoni e i profumi dei tradizionali ristoranti di pesce.

La natura poi ha fatto la sua parte, regalandoci un altro colpo d’occhio, quello più puro: il ricco patrimonio della Riserva Naturale Statale del Litorale Romano, dall’Oasi di Macchiagrande, la Pineta di Fregene fino alle Dune di Passoscuro. Perle della terra, palcoscenici naturali dei set cinematografici di Fellini e Sorrentino. E per noi che li abbiamo immortalati, il privilegio di usurpare, anche solo per un istante, quello spazio sacro prestato alla settima arte.

Ma questo viaggio ci ha spinti anche indietro nel tempo, ripercorrendo i fasti della Roma Imperiale grazie ai siti dell’area archeologica di Portus, l’antica città che ospitava i porti di Claudio e Traiano, i cui resti rievocano ancora oggi la grandezza e la lungimiranza dei due imperatori.

Il richiamo dell’estate, il sole, le spiagge, gli aperitivi. Perla del Tirreno, Fregene. La Dolce Vita di un tempo, malinconicamente inseguita dagli ultimi nostalgici del posto, emerge ancora oggi soprattutto nelle meravigliose ville degli archistar che tanto affascinarono maestri del cinema e della letteratura come Federico Fellini, Ennio Flaiano, Ettore Scola, Alberto Moravia, Marcello Mastroianni, Orson Welles e altri ancora.

E infine il fascino delle fortezze e le torri di avvistamento che spiccano dai diversi punti del territorio: il Castello di San Giorgio a Maccarese, quello di Torrimpietra, con i suggestivi affreschi del piano nobile, i borghi di Tragliata e Testa di Lepre. Il cuore esulta, le pupille ringraziano. E per noi il privilegio di raccontare tutto questo.

Saverio Cucina

curatore del volume “Fiumicino, le 100 Meraviglie (+1)"

Meraviglie Fiumicino

Le Meraviglie d’Italia

Fiumicino, le 100 meraviglie (+1)

Saverio Cucina

Ultime news

Iscriviti alla Newsletter per rimanere sempre
aggiornato sul mondo Typimedia