News

storia di potenza

Potenza, la città delle storie straordinarie e dei tramonti “di velluto”

24 Gennaio 2022 FocusParola all'autore

Ho vissuto a Potenza. Ne ho colto l’odore che cambia con le stagioni e con le ore del giorno e che – quando partivo – cercavo tra i capelli. Per anni, in tutti i miei “altrove”, nei tramonti anelavo il cielo “di velluto” che vedevo durante le sere d’inverno dal campo scuola “Donato Sabia” a Macchia Romana, durante gli allenamenti d’atletica. Ma non mi capitava quasi mai di trovarne uno uguale. “Eppure – pensavo- il cielo è sempre lo stesso”. Non è così: quello su Potenza – e solo quello – è per me il cielo “di casa”, perché è quello della mia infanzia, dove ho costruito buona parte della mia personalità. E, poco a poco, ho imparato che questa città trasuda eccezionalità: il merito è soprattutto quello delle persone che l’hanno solcata nei secoli.

È questo quello che ho cercato di trasmettere scrivendo il libro per Typimedia “La storia di Potenza”. È questo quello che mi hanno raccontato tutti i personaggi straordinari che ho incontrato nella stesura di questo testo e tra i quali, spesso con difficoltà, ho dovuto scegliere. Penso soprattutto a Teresa Motta. Una bibliotecaria che ha aiutato ebrei e confinati politici in Basilicata. Una donna che, sposando in pieno la descrizione più nota del poeta Sinisgalli, stava “bene nell’ombra”. Ma questa ombra – quella in cui si sono mossi Crocco, Maffei, il Vescovo Serrao, il prete Rendina, il poeta Riviello e di cui ho scritto – non è un’ombra qualunque. È l’ombra in cui s’inventano le storie più straordinarie e della cui eccezionalità partecipano tutti. Quelle che, da bambini, cambiavano le nostre convinzioni e che intessevano i fili dell’empatia. In silenzio, sul muro della stanza. E di cui, chissà perché, noi stessi potentini spesso siamo all’oscuro. La storia di Potenza inserita nel libro è, per me, il tentativo di spiegare che la “nostra” storia – nostra da potentini di nascita o solo di passaggio – è davvero straordinaria. Conoscerla ci inorgoglisce e ci riconsegna a noi stessi. Come esseri umani, prima ancora che potentini.

Alessandra Accardo

curatrice del volume La Storia di Potenza

Storia di Potenza

La Storia d’Italia

La Storia di Potenza

Alessandra Accardo

Ultime news

19 Gennaio 2023 Appuntamenti

“Come si cambia una città” a Sonnino

Vi aspettiamo sabato 28 gennaio, alle 18:00 al Museo “Terre di Confine” per la presentazione del libro di Cosmo Mitrano, Come si cambia una città. In compagnia dell’autore Cosmo Mitrano parteciperanno all’evento il Sindaco…

Leggi la news

Iscriviti alla Newsletter per rimanere sempre
aggiornato sul mondo Typimedia