My Personal Covid

Phoenomena Trend

my personal covid

Cinque settimane che cambiano la vita. Sono quelle che racconta nel libro “My personal Covid” Luigi Carletti, giornalista e scrittore, oggi editore. Cinque settimane che sono la cronaca in presa diretta di un viaggio (e ritorno) nell’inferno del virus. Una storia molto personale che però è anche la storia di migliaia di persone. Il racconto puntuale e senza filtri dell’evoluzione della malattia, dalle prime cure in casa fino al ricovero al Policlinico Umberto I di Roma, quando il testa a testa con il Covid diventa una lotta per la sopravvivenza.

Sabato 8 maggio 2021. C’è una data cruciale nel racconto, quasi un diario, di Luigi Carletti. In quella che avrebbe dovuto essere la giornata del vaccino, all’hub della stazione Termini, Carletti si ritrova al pronto soccorso di Malattie infettive del Policlinico. C’è andato di sua volontà, e presto scoprirà che questa scelta gli ha salvato la vita. E mentre osserva, con il piglio da giornalista di lungo corso, gli altri contagiati come lui, comprende di essere appeso a un filo. O meglio, a un ascensore: al primo piano i malati meno gravi, al piano terra la terapia intensiva.

Ironia, sincerità, fatalismo, tristezza: ci sono tutte le gamme di sentimenti nel libro “My personal Covid”, in uscita in questi giorni con Typimedia Editore nella collana Phoenomena Trend. E non manca l’analisi su ciò che è bene fare ma, soprattutto – avverte l’autore – su ciò che non bisogna fare. Perché la “vigile attesa” che propone il protocollo da Covid-19, scrive Carletti, è l’anello debole della catena. E aspettando a casa con paracetamolo e saturimetro si rischia di oltrepassare il punto fatale. Quanti ne ha uccisi la “vigile attesa”? – si chiede Carletti.
Una domanda che nel libro trova risposte destinate a provocare amare riflessioni e dure polemiche.

Prezzo: € 12,90

Collana: Phoenomena Trend

In libreria: 2021

ISBN:978-88-3626-105-5

Pagine:104

Formato: 13,5 X 21 cm - brossura

Nelle News

Luigi Carletti

Luigi Carletti, per oltre trent’anni giornalista del gruppo RepubblicaL’Espresso, è stato direttore di varie testate (tra cui il portale nazionale Kataweb) e ha ricoperto incarichi manageriali. È autore di romanzi tra cui Una traccia nella palude (Baldini&Castoldi), Giuramento etrusco (Baldini&Castoldi), Alla larga dai comunisti (Baldini&Castoldi), Lo schiaffo (Baldini&Castoldi-Dalai), Prigione con piscina (Mondadori e, in Francia, Liana Levi), Cadavere squisito (Mondadori). Con Mondadori ha pubblicato il best-seller internazionale Supernotes, tradotto in oltre 30 paesi. È il presidente e direttore editoriale di Typimedia, casa editrice e media company fondata nel 2016 insieme a Edoardo Fedele, che ne è l’amministratore delegato. Con Typimedia ha pubblicato Sei donne a San Siro e Il Fantasma di Ponte delle Valli per la collana CommunityNoir, e My Personal Covid.

Dalla stampa

Iscriviti alla Newsletter per rimanere sempre
aggiornato sul mondo Typimedia